Causali contributo per la Cassa Nazionale Forense


Istituite nuove causali contributo per il versamento tramite il modello F24 dei contributi di spettanza della Cassa Nazionale di Previdenza ed Assistenza Forense (Agenzia entrate – risoluzione 06 settembre 2021, n. 56).

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha previsto l’applicabilità del sistema dei versamenti unitari e la compensazione anche alla Cassa Nazionale di Previdenza ed Assistenza Forense. In tal senso, con la convenzione stipulata tra l’Agenzia delle entrate e la Cassa Forense, è stato regolato il servizio di riscossione, mediante il modello F24, dei contributi previdenziali e assistenziali dovuti dagli iscritti alla citata Cassa.


Dopo le precedenti causali, vengono istituite le ulteriori causali contributo efficaci dal 15 settembre 2021:


– “E105” denominata “CASSA FORENSE – integrazione contr. minimo soggettivo (12 mesi)”;


– “E106” denominata “CASSA FORENSE – interessi integrazione contr. minimo soggettivo”.


In sede di compilazione del modello F24, le causali devono essere esposte nella sezione “Altri enti previdenziali e assicurativi” (secondo riquadro), nel campo “causale contributo”, esclusivamente in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a debito versati”, riportando:


– nel campo “codice ente”, il codice “0013”;


– nel campo “codice sede”, nessun valore;


– nel campo “codice posizione”, nessun valore;


– nel campo “periodo di riferimento: da mm/aaaa a mm/aaaa”, il mese e l’anno di competenza del contributo da versare, nel formato “MM/AAAA”.