Flussi UniEmens anche nel settore agricolo, la gestione delle deleghe

In considerazione della imminente entrata a regime del sistema Uniemens anche al settore della contribuzione agricola unificata, l’Inps fornisce indicazioni per la profilazione dei soggetti abilitati ad operare nei confronti dell’Istituto.

A partire dal 1° gennaio 2018, i datori di lavoro e gli intermediari autorizzati, nonché gli iscritti all’Albo dei periti agrari o agrotecnici, saranno tenuti alla trasmissione delle denunce degli operai agricoli utilizzando il canale UniEmens. A tal fine, è stato implementato il sistema di “Gestione deleghe”, comprese le modalità di trasmissione e validazione, attraverso la totale integrazione dei suddetti soggetti riferiti al settore agricolo nell’anagrafica unica dei soggetti contribuenti e nell’applicativo “Gestione deleghe”.
Per le deleghe dirette, tramite le quali titolare dell’azienda o rappresentate legale di persona giuridica effettuano gli adempimenti contributivi per proprio conto, per tutti i codici fiscali già presenti nel sistema di “Gestione deleghe” del settore agricolo, si opererà nel modo che segue:
– i codici fiscali dei “Tipi utente” (“Titolare azienda” e “Legale rappresentante azienda“) saranno preventivamente sottoposti ad un verifica di corrispondenza della validità della carica sulla base dei riscontri sui sistemi dell’Istituto;
– i soggetti identificati dalla fattispecie “Delegato dal titolare Azienda” saranno automaticamente censiti come sub-delegati dopo aver preventivamente verificato l’attuale validità della carica relativa al codice fiscale del titolare o legale rappresentante dell’azienda delegante.
Tutti i titolari/legali rappresentanti legati al soggetto contribuente e registrati correttamente nei sistemi anagrafici dell’Istituto avranno automaticamente attivata la delega; in caso di mancata corrispondenza, invece, tra il codice fiscale del soggetto (titolare/legale rappresentate) ed il codice fiscale aziendale, la delega corrente non sarà più valida ed il soggetto dovrà richiedere la corretta registrazione del legame con il codice fiscale del soggetto contribuente presente negli archivi della gestione agricola.
Per la delega indiretta, che rappresenta la fattispecie per la quale i titolari d’azienda o loro legali rappresentanti effettuano gli adempimenti contributivi attraverso un intermediario abilitato, per tutti i codici fiscali già presenti nel sistema in uso nel settore agricolo, si opererà la migrazione nella procedura “Gestione deleghe”, in qualità di intermediari, nel modo che segue. I soggetti riferiti ai “Tipi utente” (Periti Agrari e Periti Agrari Laureati; Avvocato; Agrotecnici ed Agrotecnici laureati; Consulente del lavoro; Dottore commercialista; Ragioniere e Perito commerciale; Dottore Agronomo, Dottore Forestale), previa verifica della validità dell’iscrizione presso i corrispondenti Albi di riferimento, saranno individuati come soggetti autorizzati agli adempimenti contributivi e potranno, altresì, trasmettere sub-deleghe. I tipi utente “Periti Agrari e Periti Agrari Laureati”, “Agrotecnici ed Agrotecnici laureati”, “Dottore Agronomo” e “Dottore Forestale”, potranno acquisire deleghe esclusivamente su posizioni contributive che appartengono alla gestione agricola e dovranno far pervenire apposita documentazione comprovante l’iscrizione presso il rispettivo Ordine professionale alla casella postale “posagri.deleghe@inps.it”. Per tutti i tipi utente saranno create automaticamente delle deleghe da attivare in base a quelle attualmente censite; sarà poi cura degli interessati provvedere ad attivarle manualmente.