Insufficiente la proroga delle scadenze fiscali al 10 dicembre per i Commercialisti


I Commercialisti si trovano in gravi difficoltà nella gestione degli invii telematici e chiedono al Governo la proroga almeno a inizio 2021 delle scadenze fiscali (CNDCEC – Comunicato 01 dicembre 2020).

Il rinvio delle scadenze fiscali al 10 dicembre è insufficiente; il presidente del Consiglio nazionale dei commercialisti rinnova l’invito al Governo di disporre una proroga dei termini per la presentazione delle dichiarazioni fiscali che vada almeno all’inizio del 2021 e non si limiti a 10 giorni che, spostando il termine dal 30 novembre al 10 dicembre, lasciano l’adempimento in una finestra temporale investita dalla seconda ondata di epidemia da COVID-19 che vede moltissimi operatori in grave difficoltà nella gestione degli invii telematici.
La proroga del termine di presentazione delle dichiarazioni non impatterebbe sui saldi finanziari.