Occupazione SUD: nuova proroga per il recupero degli arretrati


A causa dei perduranti ritardi nell’aggiornamento degli archivi dell’ANPAL, concernenti lo stato di disoccupazione dei lavoratori e del conseguente rallentamento nel riconoscimento dell’incentivo Occupazione SUD da parte dell’Inps, sono stati ulteriormente prorogati i termini per il recupero degli importi relativi all’incentivo.


Come noto, l’incentivo Occupazione Sud è riconosciuto ai datori di lavoro privati che, senza esservi tenuti, assumano, con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, soggetti privi di impiego che abbiano dichiarato, in forma telematica, al sistema informativo unitario delle politiche del lavoro, la propria immediata disponibilità allo svolgimento di attività lavorativa e alla partecipazione alle misure di politica attiva del lavoro concordate con il Centro per l’impiego. Tali soggetti devono essere, alternativamente:
– giovani di età compresa tra i 16 anni e 24 anni, intesi come 24 anni e 364 giorni;
– lavoratori con almeno 25 anni, privi di impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi.
I citati soggetti, altresì, non devono aver avuto un rapporto di lavoro a tempo indeterminato negli ultimi 6 mesi con il medesimo datore di lavoro che assume, con una società controllata o collegata o comunque facente capo, anche per interposta persona, allo stesso soggetto, fatta salva chiaramente l’ipotesi di trasformazione dei rapporti a termine in tempo indeterminato. L’incentivo è riconosciuto per le assunzioni con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato o trasformazioni di rapporti a termine in rapporti a tempo indeterminato, effettuate dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2017, nonché per i rapporti a tempo determinato avviati nel 2016 e trasformati nel 2017.
Al riguardo, la sussistenza di tale requisito viene verificata e comunicata all’Inps dall’ANPAL; tuttavia a causa dei perduranti ritardi nell’aggiornamento degli archivi dell’ANPAL, concernenti lo stato di disoccupazione dei lavoratori e del conseguente rallentamento nel riconoscimento dell’incentivo da parte dell’Istituto, si rende noto che, al fine di agevolare i datori di lavoro nel recupero delle somme spettanti, sono stati ulteriormente prorogati i termini per il recupero degli importi relativi all’incentivo “Occupazione SUD”.
Pertanto, a parziale modifica delle indicazioni operative precedentemente fornite, si rende noto che nell’elemento <ImportoArrIncentivo> potrà essere indicato l’importo del bonus relativo ai mesi di competenza da gennaio ad ottobre 2017.
Tali importi saranno poi riportati, a cura dell’Istituto, nel DM2013 “VIRTUALE” con i codici di recupero “L463” e “L465”.
La valorizzazione del predetto elemento potrà essere effettuata fino al flusso contributivo con competenza dicembre 2017.